Giurisprudenza Civile

Cassazione civile, Sez. III, sentenza 27 marzo 2015, n. 6243

L’A.S.L. è responsabile ai sensi dell’ art. 1228 cod. civ. del fatto illecito commesso dal medico generico, con essa convenzionato, nell’esecuzione di prestazioni curative che siano comprese tra quelle assicurate e garantite dal S. S. N. in base ai livelli stabiliti dalla legge.

Cassazione civile, Sez. III, sentenza 27 marzo 2015, n. 6243

Download PDF