Economia

Il ciclo di vita del settore pesca della Regione di Magadan (Russia)

(di Oksana Akulic)

Negli ultimi anni, molti ricercatori russi sono stati interessati al problema di studiare il ciclo di vita dei sistemi economici dei diversi livelli (per esempio: N. Babicheva, L. Gorshkov, N. Lyubushin, V. Poplavskaja, K. Sadchenko, C . Sheptunov, G. Shirokova)[2-7]. Il concetto di ciclo di vita riflette l’andamento ciclico di sviluppo e diminuisce l’efficacia della perfezione del sistema economico. Diversi autori hanno proposto numerosi modelli del ciclo di vita dei sistemi economici con uguali caratteristiche: età, dimensioni, tasso di crescita del sistema a diversi stadi di sviluppo. Numerosi concetti del ciclo di vita sostengono la sua non linearità in ciascuno stadio (nascita, crescita, maturità e declino) e ogni fase e’ una continuazione della precedente, con regolarita’. Tuttavia, il modello del ciclo di vita suggerisce la possibilità di ramificazione in percorso di sviluppo alternativo. Pertanto, un compito importante puo’ essere, la ricerca del punto di ramificazione del ciclo della vita per poi fare la scelta migliore di tutte le possibili alternative di sviluppo economico.

Sulla base del modello del ciclo di vita, tutti i settori possono essere suddivisi in quattro gruppi: nascita, crescita, maturita’ e declino.

Il settore nascita è l’inizio. Durante questo settore le aziende migliorano la tecnologia, attirano personale, costruiscono fabbricati acquistano impianti per la produzione e formano una rete di distribuzione per attrarre potenziali acquirenti.

Il settore crescita si caratterizza per una crescita dinamica, rapidi cambiamenti nella tecnologia per evitare l’emergere di nuovi e potenti concorrenti, e venire incontro alla costante crescita delle esigenze dei client, ecc.

Il settore maturita’ si caratterizza per un rallentamento della crescita del volume delle vendite complessive non superiore al 5% all’anno. La maturità del settore viene quando quasi tutti i potenziali acquirenti sono diventati reali utilizzatori delle merci, e la domanda è formata per lo più da acquisti ripetuti, e la crescita del settore e’ supportata da un afflusso di nuovi clienti o aumento del volume del consumo degli stessi clienti.

I settori in cui la domanda sta crescendo più lentamente rispetto alla media per l’economia, o addirittura negativi, sono in fase di declino.

In diversi paesi, la stessa industria può essere in piu’ fasi del loro ciclo di vita, queste differenze sono determinate dallo stato e le dinamiche del mercato locale. Il ciclo di vita del settore può cambiare sotto l’influenza della domanda, lo sviluppo della concorrenza, la nascita e la diffusione di nuove conoscenze (nuove tecnologie, nuovi prodotti, sostituti, nuovi requisiti), di cambiamenti nell’ambiente del settore.

L’industria della pesca è uno dei settori di specializzazione della Regione di Magadan con una quota che varia dal 7,8% al 12% della produzione industriale totale della Regione di Magadan. Essa fornisce un reddito costante di circa il 10% della popolazione attiva nella regione e circa il 17% degli abitanti della città di Magadan (capoluogo di Regione). Il concetto di ciclo di vita può essere applicato al settore della pesca, con alcune riserve: l’industria della pesca si riferisce ai prodotti alimentari ed è una fonte di proteine facilmente digeribili, vitamine e oligoelementi. Il pescato non è soggetto a cambiamenti della moda e sarà sempre domanda dei consumatori, in contrasto con prodotti convenzionali. Allo stesso tempo, lo stato delle risorse, livelli di cattura, metodi di estrazione e trasformazione del pescato, la natura dei prodotti saranno diversi in ogni periodo di funzionamento del settore. Queste differenze consentono di avanzare l’ipotesi che il funzionamento della pesca si inserisce nell’ambito del concetto ciclo di vita.

Per evidenziare le fasi del ciclo di vita di pesca nell’industria della Regione di Magadan, analizzano i dati, che riflettono le dinamiche del settore a partire dal 1932. Nel 1931 il Nord-est del paese ha iniziato, la sua attività,con l’azienda dello Stato che si chiamava“Dalstroi”. La “ Dalstroi” era una azienda di stato che per prima ha creato nel 1931 la citta’ di Magadan con il lavoro dei carcerati inviati da Stalin in GULAG in tutta la Regione. Sempre con il lavoro dei carcerati la “Dalstroi” , ha realizzato la strada e da qui ebbe inizio lo sviluppo industriale della Regione di Magadan. L’attività principale di “Dalstroi” era finalizzata alla produzione di oro vicino al fiume Kolyma e la creazione di infrastrutture necessarie alle stesse miniere d’oro. La produzione di pesce e frutti di mare in origine ha iniziato a svilupparsi come industria ausiliaria, progettata per fornire cibo alle persone impegnate nella costruzione di miniere d’oro. Nel 1932, ha riferito la “Dalstroi” per la prima volta, i dati che riflettono la quantita’ del pescato. L’anno 1932 sarà considerato l’anno di nascita, nel settore della pesca, della Regione di Magadan.

Per determinare lo stadio settoriale, ciclo incluso, saranno presi in considerazione I seguenti indicatori:

  1. La quantita’ del pescato e la sua crescita annuale.
  2. Il livello di attrezzature tecniche di pesca e di trasformazione.
  3. La natura dei raccolti in termini di facilità di produzione e il valore di mercato.

4.Potenziale risorse di pesca.

La fase iniziale nel settore della pesca è durata dal 1932 al 1956. La dinamica del primo indicatore (principale) della fase del ciclo, che e’: la quantita’ del pescato e la sua crescita annuale.

Durante questo periodo, la cattura complessiva di pesce è aumentato di 2,3 volte. Nel 1949 si e’ avuta la massima resa di 24.000 tonnellate. Il rendimento medio è stato di 13.500 tonnellate, la crescita media annua dei rendimenti 0,86 mila tonnellate, vale a dire. circa il 6,4% all’anno (calcolato in base all’indicatore del libro [1]).

La seconda fase, la fase di crescita, è durata dal 1957 al 1990.

La fase di crescita del settore pesca è stata evidenziata dalle seguenti caratteristiche:

  • La cattura media annua che è passata da 13.500 tonnellate a 82.400 tonnellate, vale a dire circa 6 volte; la crescita media annua dei rendimenti pari a 3.000 tonnellate, o del 3,7% all’anno.
  • La base tecnica di pesca, l’integrazione intra-regionale e interregionale, sono stati creati e la gestione del settore organizzazione è stato acquisito in struttura verticale rigida;
  • Cambiare l’organizzazione di pesca da costiera a pesca di alto mare ha comportato l’attrezzarsi di grandi navi che hanno dato buoni risultati in pesce e frutti di mare piu’ pregiati.

La terza fase, fase di maturità, e’ iniziata nel 1991 ed e’ durata fini ad oggi.

La terza fase ha coinciso con l’inizio delle riforme economiche in Russia, che ha provocato la distruzione del settore del sistema economico. Nel settore della pesca della Regione di Magadan, come nel settore della pesca russa in

generale; e’ stato un periodo di crisi prolungata e finita solo nel 1998.

La cattura media annuale del periodo è stata pari a 81.200 Tonnellate. L’aumento medio di rendimento e’ stato di 1.600 tonnellate, pari all’1,9%. Rispetto al 1990, il volume del pescato e’ diminuito del 28%

La tabella 1 mostra le caratteristiche comparative delle fasi del ciclo di vita dell’industria del pesce della Regione di Magadan sulla base di indicatori quantitativi.

Tabella 1

Caratteristiche comparativa delle fasi del ciclo di vita dei pesci nell’industria della Regione di Magadan

indicatori fase del ciclo
naascita crescita maturità
Il rendimento medio del volume, migliaia di tonnellate 13,5 82,4 81,9
L’aumento medio dei rendimenti, migliaia di tonnellate 0,86 3,0 1,6
Il rendimento massimo annuo, migliaia di tonnellate 24,0 141,0 107,6
Il rendimento minimo annuo, migliaia di tonnellate 5,0 43,0 49,1

Tabella 1 mostra che vi è un divario significativo nella prima e nella seconda fase, e tra la seconda e la terza un divario modesto. Tuttavia, l’aumento medio annuo nella cattura, che caratterizza il tasso annuo di crescita del pescato nella fase di nascita e’ 3,5 volte inferiore alla fase di crescita e la fase di maturita’ e’ 1,87 volte inferiore alla fase di crescita che conferma la correttezza della separazione delle fasi.

La dinamica del pescato avveniva come una serie di onde di diversa lunghezza. Nella fase di nascita il pescato ha avuto un carattere ciclico dovuto al fatto che si e’ pescato piu’ salmone. Per questa specie di pesce il ciclo avveniva ogni due o quattro anni poiche’ il salmone risaliva attraverso il fiume per depositare il caviale per la riproduzione.

A mio parere, le fluttuazioni cicliche nel corso dello sviluppo del settore, oltre a fattori biologici, sono causati da:

1) La sensibilità del settore della pesca nel sistema di gestione. La gestione ebbe uno sviluppo positivo nel momento in cui il governo decise di gestire direttamente e indipendentemente da “Dalstroi” il settore pesca nel periodo 1957- 1963. Il calo dal 1990 al 1998 e’ dovuto da diverse situazioni che si sono create; tra queste: perche’ lo stato ha cambiato il sistema di gestione non finanziando piu’ il settore della pesca e rendendolo privatizzato.

2) Un cambiamento nelle forme di organizzazione della pesca. Quindi, prendere la crescita del 1966 al 1970 . causata dalla nuova specie di pesce, le aringhe. L’onda verso l’alto del 1979 -1990 e’ legata allo sviluppo della pesca in alto mare, che ha permesso di fare una varietà di catture nella struttura e aumentare il loro peso. L’assenza di periodi di forte crescita nella fase maturita’ del settore della pesca,e’ dovuta al rientro della pesca che avveniva solo in acque nazionali e non piu’ in acque internazionali principalmente a causa del riorientamento delle attività di pesca nella zona economica esclusiva della Russia, e l’esaurimento degli oggetti più massicci di pesca, anche la predominanza delle piccole imprese del settore impegnate nello sviluppo della zona costiera. La caratteristica della Regione costiera di Magadan è una grande varietà di specie animali e vegetali, la loro area di distribuzione non uniforme. Così praticamente il pescato, era limitato in quantita’ e di conseguenza dovevano diversificare le attrezzature della pesca in base alla specie di pesce.

In sintesi, si deve notare che l’industria della pesca della Regione Magadan è attualmente in una fase di maturità del ciclo di vita. Questa conclusione è basata su un’analisi degli indicatori di produzione del pescato nella Regione dalla nascita del settore nel 1932 ad oggi.

Per l’industria, che si trova nella fase di maturità, un ulteriore sviluppo è connesso con un innovativo percorso di sviluppo.

Bibliografia:

  1. A. Pilyasov La dinamica della produzione industriale nella regione di Magadan (1932-1992). Annuario statistico. Parte II / A. Pilyasov. – Magadan NEISRI FEB RAS, Magadan Oblast Dipartimento di Statistica, 1993.
  2. L. Gorshkova La tecnica di sviluppo del sistema di gestione organizzazione in diverse fasi del suo ciclo di vita / L Gorshkova, V. Poplavskaja // L’analisi economica: teoria e pratica. – 2010. – №34 (199). – P.2 -8;
  3. Lyubushin N. Il concetto di ciclo di vita: da una descrizione qualitativa di valutazione quantitativa / N. Lyubushin, N. Babicheva // L’analisi economica: teoria e pratica. – 2010. – №23 (188). – P.2-9;
  4. Sheptunov S. Ciclo di vita del prodotto. – M:. Janus-K, 2003;
  5. Shirokova G. Il ciclo di vita dell’organizzazione: il concetto e la pratica /G.Shirokov. – San Pietroburgo: Graduate School of Management; Izdat. House, San Pietroburgo. State Univ., 2008
  6. Sadchenko K. Le leggi della evoluzione economica /K. Sadchenko. – M: business e di servizio, 2007.
  7. Lyubushin N. Il concetto di ciclo di vita: da una descrizione qualitativa di valutazione quantitativa / N. Lyubushin, N. Babicheva // L’analisi economica: teoria e pratica. – 2010. – №23 (188). – P.5.

 

Oksana Akulich

Download PDF