Tags Articoli taggati con "patent box"

patent box

Il M@ster Transfer Pricing dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano, alla sua prima edizione (2018/2019), si conferma uno dei corso di alta formazione più attrattivi e più seguiti. Gli iscritti – non solo commercialisti ma anche avvocati, funzionari della Guardia di Finanza e delle Dogane – sono stati circa 100 per ciascuna lezione, senza considerare l’elevato numero di persone che hanno scelto di seguirlo in streaming o in differita attraverso la piattaforma e-learning dell’Ordine.

LABORATORIO SUL PATENT BOX – PRESENTAZIONE

Ideato e progettato da Claudio Melillo, che gestirà le tre giornate in aula, il laboratorio è articolato in moduli interdisciplinari che hanno l’obiettivo di analizzare il percorso operativo da seguire per il conseguimento del Patent Box. Partendo dall’analisi della disciplina nazionale e dei principi OCSE, si giunge ad esaminare, in dettaglio, i presupposti (soggettivi e oggettivi), le metodologie, le tempistiche e gli strumenti necessari per condurre efficacemente il procedimento che mira al conseguimento e, se possibile, alla massimizzazione del beneficio fiscale. Tutti gli argomenti vengono trattati con un taglio molto operativo in virtù della pluriennale esperienza maturata da Claudio Melillo, dapprima come funzionario della Guardia di Finanza di Milano e, successivamente, in qualità di consulente di imprese nazionali e internazionali, di ogni settore e qualunque fascia di fatturato. Dopo aver affrontato le diverse tematiche, i partecipanti saranno in grado di eseguire correttamente un assessment presso il Cliente per verificare la presenza di tutte le condizioni necessarie e rilevare eventuali rischi fiscali da mappare e neutralizzare; inoltre, saranno capaci di compilare e presentare la relativa istanza di adesione alla procedura nonché di partecipare all’eventuale procedimento di ruling con l’Agenzia delle Entrate. Adeguato spazio viene dato anche al tema della benchmark analysis e ai problemi connessi con il transfer pricing. Al termine del laboratorio i partecipanti saranno chiamati a predisporre un’istanza completa per istruire la pratica.

La partecipazione al laboratorio è consigliata ai professionisti che hanno già acquisito le necessarie conoscenze teoriche sul funzionamento generale dell’istituto.

Incontro Ordine dei Commercialisti di Milano e SAF

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Strumenti fiscali di rilancio economico: ‘Patent box’ e lotta all’evasione per rilanciare la competitività tributaria italiana

Al Forum, promosso dall’Odcec Milano, sono intervenuti il viceministro dell’Economia Enrico Zanetti e il presidente dell’Odcec Milano Alessandro Solidoro, Milano, 13 ottobre 2016. Affiancare agli strumenti tributari “tradizionali”, quali i crediti di imposta per ricerca e sviluppo o la disciplina di favore per le start-up innovative, provvedimenti nuovi come il “patent box”. Sono queste le proposte emerse durante l’incontro “Strumenti fiscali di rilancio economico” che ha avuto luogo oggi a Milano, promosso dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano. Il viceministro dell’Economia Enrico Zanetti, intervenuto nel corso del Forum, ha annunciato nuove misure di lotta all’evasione sul fronte Iva grazie all’uso della telematica e l’inserimento in manovra di una nuova voluntary disclosure, che potrebbe avere un ritorno di gettito di circa il 50% rispetto alla prima. Proseguendo sul tema della lotta all’evasione fiscale, Zanetti ha dichiarato che, a suo avviso, “la banconota da 500 euro non ha ragione di esistere”. “È ormai consapevolezza di tutti che la spinta alla ripresa economica non può essere affidata solo alla politica monetaria” – ha commentato Alessandro Solidoro, Presidente dell’Odcec Milano. “Il sistema tributario può e deve orientare le decisioni delle imprese e dei consumatori verso scelte che siano un volano di crescita. I commercialisti sono al fianco del Governo per diffondere i nuovi strumenti, agevolazioni per ricerca e sviluppo, ‘patent box’, superammortamento, industria 4.0, per non sprecare questa opportunità di crescita”. In particolare, il “patent box” rappresenta una novità assoluta nel panorama fiscale domestico. Con una misura strutturale (e non “a tempo”) si intende favorire la ricerca e sviluppo e l’innovazione nel mondo imprenditoriale attraverso un meccanismo che si sostanzia in una detassazione dei redditi rinvenienti dall’utilizzo industriale delle conoscenze, dell’innovazione di prodotto e di processo.

Sono intervenuti, inoltre, Giovanna Alessio, Direttore Direzione Regionale Lombardia dell’Agenzia delle Entrate, Luigi Campiglio, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Carlo Galli, Head of Tax Department Clifford Chance, e Paolo Ludovici, Commissione Normative a Tutela dei Patrimoni.

I lavori sono stati coordinati da Massimiliano Sironi, Piermauro Caraballese e Marco Salvatore.

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano raccoglie più di 8.000 iscritti e ha competenza e territorio della giurisdizione del Tribunale di Milano. E’ retto da un Consiglio composto da quindici membri eletti dagli iscritti. All’interno del Consiglio sono attribuite le cariche di Presidente, Vicepresidente, Segretario e Tesoriere. A ciascun Consigliere è attribuita specifica delega, esercitata con il supporto di oltre 32 Commissioni di Studio. A fianco del Consiglio opera anche un Collegio dei Revisori composto da 3 membri. In conformità al DPR 7 agosto 2012, n. 137 è istituito presso l’Ordine di Milano un Consiglio di disciplina composto da 15 membri, dotato di completa autonomia. Comunicazione e Ufficio stampa Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano.

Fonte: Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano (www.odcec.mi.it).

Patent box

(di Claudio Melillo) Il patent box guadagna ulteriori di 30 giorni: Le istanze di accordo preventivo presentate dal 1° dicembre 2015 fino al 31 marzo 2016 potranno essere perfezionate, mediante integrazione della documentazione, entro 150 giorni dalla presentazione dell’istanza di ruling, anziché i 120 previsti inizialmente. La modifica è stata stabilita dall’Agenzia delle Entrate con Provvedimento n. 2016/43572, al fine di assicurare alle imprese interessate il tempo adeguato per la predisposizione della documentazione a supporto dell’istanza. Probabilmente, il rinvio sarà utile anche all’Amministrazione finanziaria per predisporre l’attesissima circolare contenente i chiarimenti necessari a definire gli aspetti ancora controversi della disciplina agevolativa (i.e., metodi e strumenti di calcolo del reddito agevolabile in caso di utilizzo diretto dei beni immateriali).

L’agevolazione (in sintesi)

Il Patent Box è un regime agevolato di tassazione dei redditi generati da beni immateriali (marchi, brevetti, software, modelli e design, know-how, formule, ecc.) che si applica a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, per la durata di 5 periodi d’imposta. Il reddito agevolabile è quello proveniente da:

  • l’utilizzo diretto dei beni immateriali (es. produzione e vendita di prodotti che “incorporano” un brevetto oppure uno specifico know how);
  • l’utilizzo indiretto dei beni immateriali (es. concessioni in licenza)
  • la cessione a terzi della proprietà dei beni intangibili (es. cessione di marchio)

Chi può accedere al beneficio

  • Imprenditori che producono Reddito d’Impresa ai fini IReS e IRAP che svolgono attività di R&S (a prescindere dalla forma giuridica, dalle dimensioni e dal regime contabile);
  • Imprese commerciali;
  • Imprese industriali;
  • Imprese estere con stabile organizzazione in Italia.

Come accedere al regime agevolato

La quota di reddito agevolabile è determinata sulla base di un complicato calcolo che prende in esame sia i costi di R&S complessivi riferiti al bene, sia quelli sostenuti per il suo sviluppo e mantenimento. La determinazione dell’importo agevolabile richiede inoltre la preventiva attivazione di una procedura di ruling (i.e., accordo preventivo) con l’Agenzia delle Entrate. Le percentuali di detassazione stabilite dalla disciplina in commento sono le seguenti:

  • 30% nel 2015
  • 40% nel 2016
  • 50% dal 2017

A chi rivolgersi

Il Dott. Claudio Melillo, Ph.D., Managing Partner dell’omonimo Studio Tributario, si avvale di un team specializzato nella gestione dell’intero processo correlato al Patent Box ed è in grado di supportare qualsiasi tipo di impresa nella quantificazione dell’importo agevolabile e, in particolare, nella successiva fase di ruling. La sua pluriennale esperienza in importanti ruoli dell’Amministrazione finanziaria e la sua estrema perizia come consulente di imprese di ogni dimensioni (ad esempio, nel settore del transfer pricing) lo rendono l’interlocutore più adatto a gestire la predetta attività.

Lo Studio Tributario Melillo, fondata dal Dott. Claudio Melillo, Ph.D.è una boutique professionale che fornisce a imprese, professionisti e istituzioni (di qualunque tipo) supporto e assistenza specialistica in ambito fiscale e societario. Lo Studio offre, in particolare, consulenza specialistica in materia di diritto tributario nazionale e internazionale, in grado di garantire una consulenza efficace, puntuale e rigorosa, anche rispetto alle problematiche più complesse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti