Direttore Scientifico: Claudio Melillo - Direttore Responsabile: Serena Giglio - Coordinatore: Pierpaolo Grignani - Responsabile di Redazione: Marco Schiariti
Tags Articoli taggati con "tax lab law"

tax lab law

TaxLabLaw.it - Consulenza Multidisciplinare Integrata

18 maggio 2020: oggi nasce il primo network globale per la consulenza multidisciplinare integrata (CMI)

(Intervista all’ideatore del progetto, Dott. Claudio Melillo, da parte della Redazione)

Domanda:

Dottor Melillo, dopo una lunga e brillante carriera maturata a partire dagli anni ’80, prima come dipendente di una prestigiosa istituzione pubblica militare e poi come Tax Advisor di importanti Clienti nazionali e internazionali, quali imprese e gruppi, nazionali e multinazionali, quotati e non quotati, come Le è venuto in mente di lanciare il progetto di un nuovo network a livello nazionale?

Risposta:

Nel 2013, dopo diverse esperienze estremamente avvincenti, mi sono reso conto che il mercato della consulenza economico-giuridica era cambiato. Nuove esigenze si erano palesate in maniera dirompente, sia per i Clienti che per i Consulenti, e questa consapevolezza mi ha fatto riflettere sulla necessità di adottare un nuovo modello organizzativo in ambito professionale, da affiancare a quelli tradizionali.

Successivamente, ho messo insieme alcuni dei miei colleghi più promettenti ed ho creato M&P Network.

Il nuovo modello a cui ho pensato oggi è una evoluzione di M&P Network, ispirato a principi di networking, lean management, economia collaborativa e integrazione di know-how specialistici ed è basato su una piattaforma avente due dimensioni distinte e complementari tra loro:

  • una dimensione reale (o fisica), rappresentata da un laboratorio in co-working dedicato esclusivamente alle professioni economico-giuridiche e tecniche, e
  • una dimensione virtuale (o digitale), rappresentata da un portale digitale volto all’aggregazione dei migliori specialisti in ambito nazionale e internazionale.

Si tratta di un progetto in linea con i parametri della quarta rivoluzione industriale e della società della conoscenza in quanto basato sui concetti di “digitalizzazione”, “interconnessione” tra competenze specialistiche complementari e “knowledge management”.

In altre parole, superata la fase di iper-specializzazione, che ha caratterizzato questi ultimi anni, si è finalmente aperta una nuova fase, che ci pone di fronte a nuove sfide e che consente ai professionisti più bravi e intraprendenti di mettersi in gioco e di valorizzare il proprio know-how.

Questa è una sfida che abbiamo deciso di cogliere e di vincere insieme a tutti i Colleghi illuminati dell’area economico-giuridica che aderiranno da oggi, 18 maggio 2020, al nostro ambizioso progetto e alla piattaforma digitale in fase di lancio (il cui indirizzo web sarà reso noto su questa testata nei prossimi giorni).

Domanda:

Quanto è importante il networking e la rete per Lei Dottor Melillo?

Risposta:

A causa (o in virtù) della globalizzazione e dei processi di internazionalizzazione, oggi le imprese (piccole, medie e grandi) si trovano ad affrontare problematiche, fino a qualche anno fa impensabili, che richiedono una flessibilità e un approccio di tipo specialistico, multidisciplinare e integrato che solo una struttura parzialmente orizzontale e sufficientemente verticalizzata può garantire. In altre parole, la Clientela è sempre più interessata ad avere un unico interlocutore capace di offrire un’assistenza specialistica di altro profilo in tempi rapidi e a costi ragionevoli.

La soluzione al problema in questo caso non è certo quella di creare strutture orizzontali enormi e poco gestibili né quella di ampliare in maniera permanente la “base” di una struttura “verticistica”, contribuendo inutilmente ad incrementare i costi fissi ma, al contrario, quella di individuare partners esterni seri ed affidabili, oltre che customer oriented, con cui collaborare per la risoluzione coordinata di questioni complesse. È per questo che oggi nasce il nuovo M&P Network.

Domanda:

Che ruolo assume la specializzazione in questo contesto Dottor Melillo?

Risposta:

In questo scenario lo specialista è fondamentale e non deve essere visto come un competitor, bensì come un valido supporto esterno – una risorse preziosa – per risolvere i problemi che le risorse interne dello studio non sono in grado di affrontare (quantomeno con la medesima efficacia ed efficienza di uno specialista). Problemi che, data la complessità del sistema economico attuale e la difficoltà crescente nell’interpretare le norme nazionali, influenzate dalle direttive comunitarie e internazionali, richiedono sempre più spesso l’intervento di figure altamente specializzate (o di team estremamente competenti ed esperti) nelle singole materie. Gli specialisti di M&P Network hanno tutti una visione comune, orientata a sostenere ed applicare i principi di multidisciplinarietà, networking ed economia collaborativa nell’ambito delle professioni economico-giuridiche e tecniche. E d’altra parte la mission che li contraddistingue li porta a lavorare ogni giorno per sviluppare e valorizzare le loro competenze specialistiche distintive in modo da offrire ai Clienti il miglior servizio, al miglior prezzo e in qualunque parte del mondo, utilizzando non solo le idee ma anche la tecnologia e l’innovazione digitale.

Domanda:

Dottor Melillo come vede il futuro delle professioni economico-giuridiche e come pensa di affrontare le nuove sfide?

Risposta:

Oggi le imprese e gli studi professionali tradizionali che intendano restare sul mercato non possono più permettersi inefficienze ed errori di valutazione: il passaparola non basta più. Di conseguenza, in un sistema professionale virtuoso e sostenibile i Professionisti devono adottare strumenti nuovi, soprattutto digitali, e nuovi modelli organizzativi, che consentano di rispondere in maniera rapida e adeguata anche ai Clienti più esigenti. Non temendo di essere smentito, posso affermare che avranno successo quelle realtà professionali che adotteranno modelli specialistici, multidisciplinari e integrati in grado di rispondere alle esigenze di ogni Cliente nel miglior modo possibile. In questo contesto, le parole d’ordine sono: “etica”, “trasparenza”, “networking”, “qualità”, “efficienza,condivisione”, “innovazione”, “sostenibilità”, team building”, “specializzazione” e “interconnessione”. Come può notare non ho citato il termine “profitto”. Lascio a Lei ogni considerazione sul punto.

Domanda:

Quanto è importante aggregare competenze complementari?

Risposta:

A mio modesto parere, in generale, il networking e la condivisione di competenze costituiscono requisiti essenziali per cooperare e confrontarsi con altri Professionisti in possesso di esperienze e conoscenze diversificate; tuttavia, se si vuole ottenere massimizzare il risultato non basta creare luoghi fisici di lavoro condiviso (i.e., uffici in co-working) in cui sono concentrare soggetti che fanno le stesse cose ma bisogna creare una struttura mista:

  • orizzontale, rispetto a poche macro-aree complementari, ma allo stesso tempo
  • verticalizzata, rispetto a tutte le possibili (micro)competenze specialistiche che contraddistinguono le singole macro-aree.

In questo modo si garantisce al Cliente efficacia, efficienza e qualità del servizio.

In definitiva, io credo che il miglior presupposto per creare una piattaforma condivisa in cui i Professionisti possano gestire e incrementare il proprio pacchetto Clienti pur mantenendo la propria indipendenza sia quello di evitare la concorrenza tra i Professionisti stessi. E per farlo esiste un unico modo: selezionare Esperti con competenze specialistiche complementari tra loro.

Domanda:

Quali sono i suoi progetti futuri Dott. Melillo?

Risposta:

Intanto, ci tengo a segnalare che oggi, 18 maggio 2020, lo Studio Melillo & Partners TLL (www.melilloandpartners.it) ha ricevuto per il secondo anno consecutivo un importante riconoscimento da parte del SOLE 24 ORE e della Società STATISTA, nell’ambito dell’indagine sugli Studi Legali dell’Anno pubblicata sul quotidiano.

Del resto Melillo & Partners, insieme al Centro Studi di Economia e Diritto – Ce.S.E.D. e alla Rivista digitale ECONOMIAeDIRITTO.it (www.economiaediritto.it), rappresentano ormai un punto di riferimento in Italia per la consulenza, la formazione e la pubblicistica in materia economico-giuridica e tributaria.

Per questo abbiamo voluto cogliere l’occasione per lanciare oggi stesso il progetto M&P Network. Sono certo che M&P sarà molto apprezzato poiché non intende generare un nuovo competitor sul mercato della consulenza – di cui francamente non c’è alcun bisogno – ma, al contrario, mira ad ottimizzare l’offerta già esistente, valorizzando le competenze specialistiche dei singoli Professionisti (a prescindere dalla loro appartenenza a studi più o meno strutturati o società di consulenza), grazie alla piattaforma digitale di M&P Network, anch’essa attiva già da oggi per raccogliere le prime adesioni. Insomma, credo che M&P possa offrire interessanti opportunità a tutti coloro che intendono migliorare e valorizzare la loro immagine sul mercato della consulenza.

Domanda:

Dottor Melillo ci può dare qualche anticipazione sul nuovo progetto di network?

Risposta:

Sul Sole 24 Ore di oggi potrete leggere il nostro articolo in cui riportiamo una sintesi del progetto e presentiamo i primi Professionisti aderenti (c.d. TLL Members o TLL Specialists o M&P Specialists).

In aggiunta posso dire che si tratta di un’idea innovativa che rivoluzionerà il modo di lavorare dei professionisti dell’area economico-giuridica – quindi, commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro, consulenti aziendali, ingegneri gestionali, tecnici, ecc. – ma soprattutto cambierà il loro modo di relazionarsi con i colleghi. Non più un rapporto basato esclusivamente sulla competizione estrema e sull’individualismo, ma anche e soprattutto criteri di reciprocità, complementarietà e cooperazione selettiva. Tenuto conto della pandemia da Covid-19 da cui stiamo gradualmente e faticosamente uscendo, forse, c’è proprio bisogno di essere più solidali e collaborativi, lasciando da parte le ambizioni personali. D’altra parte la felicità dovrebbe provenire anche dal nostro modo di lavorare.

M&P sarà sviluppato e gestito un team di esperti, appositamente ingaggiati, e sarà articolato su due piani differenti ma complementari: quello fisico e quello digitale. Il progetto, come ho anticipato, nasce dall’evoluzione di M&P Network, un modello di business professionale che io stesso avevo elaborato nel 2013 a Milano, concentrando le principali attività presso gli uffici di Via Santa Maria Valle 3, ove, grazie ai nostri numerosi eventi formativi e alle attività scientifiche e professionali del biennio 2014-2015, abbiamo lasciato sicuramente un segno importante che ha contribuito ad attrarre in quella sede altri Professionisti.

M&P Network si fonda su un meccanismo virtuoso che integra consulenza, docenza e pubblicistica in ambito economico-giuridico. Da tale meccanismo deriva quella che io definisco attività di “Ricerca & Sviluppo” in ambito professionale, vale a dire quel valore aggiunto che garantisce al Cliente la massima soddisfazione e la concreta soluzione dei suoi problemi.

Domanda:

Che differenza c’è tra M&P Network LL ed altre reti professionali?

Risposta:

Non credo si possano fare paragoni di questo tipo in quanto non esistono, ad oggi, realtà come la nostra.

Domanda:

Ma quali sono le caratteristiche specifiche di M&P, se ce ne può dire alcune?

Risposta:

Si tratta di una selezione rigorosa di specialisti di primario livello che potranno operare singolarmente e/o in team, mantenendo sempre la propria autonomia e indipendenza intellettuale, pur impegnandosi a rispettare un codice deontologico che ne garantisce la correttezza, l’onestà e il rispetto dei principi fondamentali della libera professione. M&P non è, dunque, una entità associativa professionale, bensì una rete di specialisti indipendenti che decidono di presentarsi con un unico marchio (M&P Member), che garantisce elevata competenza, qualità e uniformità di comportamento. Insomma M&P è una entità innovativa, dinamica ed efficiente che è in grado di fornire adeguata assistenza rispetto alle esigenze dei Clienti.

Domanda:

Quali sono i vantaggi concreti per chi aderisce a M&P?

Risposta:

L’adesione a M&P prevede numerosi vantaggi ma non voglio sottrarvi il piacere di scoprirli gradualmente visitando il sito che sarà reso noto nei prossimi giorni.

Domanda:

Quali sono le modalità con cui un Professionista può aderire a M&P?

Risposta:

Il primo passo da compiere è inviare una email di pre-iscrizione all’indirizzo mpnetwork@economiaediritto.it.

Successivamente, il Professionista riceve una mail con cui è invitato a completare il suo profilo. Attenzione il profilo è importantissimo poiché il sistema prevede l’attribuzione di un Rating di valutazione del merito che inciderà sul posizionamento all’interno della banca dati, secondo distinte qualifiche riconducibili a diversi livelli di seniority e di specializzazione. Insomma, si tratta di un sito che valorizza il merito a vantaggio della Clientela che cerca competenze di altro profilo. Non solo, in futuro è prevista l’apertura di nuove sezioni del sito. Ma su questo preferisco non anticipare nulla.

(a cura della Redazione di Economia & Diritto)


Rivista scientifica digitale mensile (e-magazine) pubblicata in Legnano dal 2013 – Direttore: Claudio Melillo – Direttore Responsabile: Serena Giglio – Coordinatore: Pierpaolo Grignani
a cura del Centro Studi di Economia e Diritto – Ce.S.E.D. Via Padova, 5 – 20025 Legnano (MI) – C.F. 92044830153 – ISSN 2282-3964 Testata registrata presso il Tribunale di Milano al n. 92 del 26 marzo 2013
Contattaci: info@economiaediritto.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti